I MIEI GRAZIE

Per me la gratitudine è il moto dell’anima più nobile. Dove c’è vero amore c’è gratitudine. E la gratitudine è il propulsore più grande di energia positiva. E non parlo del semplice grazie ma di quell’emozione che ti fa piangere di gioia. Io sono una che piange più di gioia che di dolore. Perchè le esperienze negative sono funzionali alla nostra crescita ma è bene che l’anima se le faccia scivolare addosso senza starci a rimuginare sopra. La gratitudine invece è una sorta di estasi che più la provi più sei sereno e felice e più attiri a te altro amore e esperienze positive.

Il mio primo grazie va a mio padre per avermi resa la donna indipendente e forte che sono diventata, per avermi insegnato fin da subito a camminare con le mie gambe, per avermi trasmesso il suo amore per il bello, l’eleganza e la natura. Per avermi insegnato che l’abito non fa il monaco, che non ci si deve mai sentire arrivati, che c’è sempre da studiare e approfondire, che chiunque può insegnarti qualcosa perchè anche dalla persona apparentemente più umile possono arrivare grandi insegnamenti. Che se stai facendo una cosa la devi fare al meglio…

Lui non c’è più, la sua vita è terminata prima del dovuto, e l’ha vissuta intensamente, ringrazio Dio per averlo avuto come padre e per il grande regalo che mi ha fatto di passarmi il testimone della sua grande passione per la decorazione della casa con tutto il suo bagaglio di conoscenze tecniche.

“Con l’anima dell’uomo succede come con l’acqua: viene dal cielo, e al cielo risale, per tornare alla terra, in eterna alternanza.” Goethe… grazie papà, ovunque sia la tua anima!
E quando sarò là dove i secoli contano solo come secondi la mia anima sceglierà di rinascere ancora come tua figlia…forse noi non lo ricorderemo ma le nostre anime avranno memoria della bella giornata resa eterna da questa foto…eravamo all’Autodromo di Monza, quella Domenica di settembre avevi deciso che il Gran Premio di Formula Uno lo avremmo visto dal vivo. Tra il rumore assordante delle auto da corsa, mentre la Ferrari vinceva , qualcuno ci ha fatto il regalo di scattarla, una delle rare foto che abbiamo insieme!

 

 

Ringrazio il resto della mia famiglia perchè mi rendo conto che tutto quello che ho vissuto fino ad oggi è stato funzionale ad arrivare alla me attuale.

 

Ringrazio il mio consorte che è con me da così tanti anni che quasi non ho memoria della vita prima di averlo incontrato. E’ un compagno di viaggio formidabile, un sostegno reale.

 

 

 

Ringrazio la mia maestra delle elementari di Rieti e la mia professoressa delle medie di Bergamo… siete state le fondamenta della mia cultura… e siete state un esempio della donna che volevo diventare .

 

 

Ringrazio la persona che mi ha cambiato la vita negli ultimi 3 anni, la mia coach, la mia mentore… con lei oltre a ritrovare me stessa nella mia passione, dopo la botta della morte di mio padre, ho scoperto quanto insegnare  nell’ambito dell’interior e delle tecniche decorative mi faccia sentire tre metri sopra al cielo…

 

 

Ringrazio i miei due amori più grandi,che non me ne vogliano tutti gli altri, ma il loro amore incondizionato mi riempie di gioia!

 

 

 

L’ultimo ringraziamento va a voi che mi seguite e che frequentate i miei corsi. Tutto l’amore e la passione che vi trasmetto mi ritornano amplificati… vedendovi rifiorire insieme alla vostra passione, come è stato per me prima di voi!